I professionisti dell'emergenza lavorano con Sentinet³®

Il sistema di monitoraggio è utilizzato da tre anni all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma. Il responsabile della rete informatica spiega:“Considerato il delicato contesto in cui operiamo, dobbiamo avere sempre la massima garanzia di stabilità”

vulcanoCi sono settori nei quali l'emergenza è all'ordine del giorno, nei quali nulla può essere lasciato all'improvvisazione e il margine d'errore deve essere, se non del tutto annullato (obiettivo pressoché irraggiungibile in ogni tipo di attività) quanto meno ridotto al minimo.
Per questo l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma, tre anni fa, ha scelto Sentinet³® e a tutt'oggi continua a considerarlo una garanzia per la propria rete informatica.

“Prima di Sentinet³® non avevamo alcun sistema di monitoraggio – spiega il dott. Lucio Badiali, responsabile dei Servizi Informatici e Reti del Centro Nazionale Terremoti, presso l'Istituto – ma sapevamo che l'esigenza di difendere la nostra rete non era più rinviabile.”

Il sistema informatico dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia è infatti una struttura molto complessa, con 60 macchine, 230 servizi e circa 600 account di posta, più una grande varietà di software che funzionano con un alto grado di integrazione.

“Noi siamo professionisti dell'emergenza – chiarisce Badiali – e non possiamo farci cogliere in emergenza a nostra volta a causa di problemi alla rete informatica. Quindi abbiamo testato Sentinet³®, le cui funzionalità ci hanno piacevolmente colpiti, spingendoci a sceglierlo rispetto ad altri prodotti concorrenti. Avevamo bisogno di un sistema di monitoraggio altamente 'customizzabile' e Sentinet³® ci è stato fornito già con una serie di moduli in grado di far fronte a potenziali problemi della nostra rete. Questo lo rende un prodotto molto performante.”

Fra le caratteristiche di Sentinet³® c'è anche la proattività, cioè la capacità di 'giocare d'anticipo' rispetto ai problemi della rete:
“Il sistema di monitoraggio – conferma Badiali – svolge anche un'attività preventiva: è in grado di avvertirci, via email o sms, di situazioni potenzialmente pericolose prima ancora che queste degenerino in problemi veri e propri. Ci ha infine sorpresi la capacità di risolvere autonomamente numerose problematiche della rete: l'analisi dei log ci ha infatti rivelato che Sentinet3® è intervenuto moltissime volte risolvendo i problemi in modo indipendente.”

Tutto questo si traduce per l'utente in un doppio risparmio: di tempo in più da dedicare alle attività dell'Istituto e, soprattutto, di denaro:
“Il costo di Sentinet³® – commenta Badiali – è nettamente inferiore alla media di mercato, e inoltre non servono licenze per estendere il monitoraggio a nuove macchine”.

Questo aspetto è stato molto importante soprattutto negli ultimi mesi – tra l'altro segnati tragicamente dal sisma in Abruzzo, che ha catapultato l'Istituto in una situazione di costante gestione dell'emergenza – anche per la recente messa in funzione del 'videowall', una parete interamente composta da monitor in cui confluiscono dati da diverse sorgenti, e sulla quale si possono visualizzare mappe, situazioni particolari di sismicità, forme d'onda (l'evoluzione dei tradizionali rulli) e molte altre informazioni.

Un passaggio fortemente innovativo che l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha potuto effettuare con la tranquillità garantita dal monitoraggio di Sentinet³®.

Copyright 2014 - Fata Informatica s.r.l.